Lanci azzurri per brillare in Coppa Europa

04 Maggio 2021

Sabato e domenica a Spalato l’evento continentale: esordio stagionale outdoor per Fabbri, Weir debutta in azzurro, Fantini d’assalto. Tutti i temi e le star internazionali: Vetter nel giavellotto, Wlodarczyk nel martello

 

Decolla giovedì la spedizione italiana verso la Coppa Europa di lanci. Spalato è il primo step internazionale per i lanciatori azzurri, alcuni dei quali già qualificati per le Olimpiadi di Tokyo (Leonardo Fabbri, Zane Weir), altri alla ricerca dello standard, altri ancora di un miglioramento nel ranking che chiuderà i battenti il 29 giugno emettendo i verdetti in chiave olimpica. Si gareggia sabato e domenica in Croazia, in una località - ma non nello stesso stadio - che evoca il più grande Europeo azzurro di sempre, quello del 1990 con 5 ori, due argenti e cinque bronzi, e che restando in tema-lanci ricorda l’edizione del 2008 culminata nel successo della squadra femminile e nei trionfi individuali di Lingua e Legnante. L’Italia si presenta con quattro squadre (le due assolute e le due under 23) e affronta tanta Europa dei lanci, 399 atleti da quarantadue nazioni e in particolare le stelle Johannes Vetter (giavellotto) e Anita Wlodarczyk (martello).

UOMINI - Otto azzurri convocati, portano punteggio i migliori quattro di ogni specialità. Sabato alle 18.15 è l’ora del debutto stagionale all’aperto per Leonardo Fabbri, peraltro in uno scenario suggestivo come l’anfiteatro romano di Salona, scelto come sede d’eccezione per il getto del peso. Il fiorentino dell’Aeronautica è deciso a riscattare una stagione indoor non all’altezza delle proprie aspettative, per tornare subito agli standard del 2020 (21,99 outdoor, 21,59 record italiano indoor) e proiettarsi con serenità verso i Giochi di Tokyo. Spalato segna anche il debutto in azzurro per il pesista d’origine sudafricana Zane Weir (Enterprise Sport&Service), rivelazione d’inverno con il 21,11 centrato in Sudafrica. Entrambi coltivano chance di una posizione (almeno) tra le prime tre, a fronte di un drappello di avversari di qualità tra cui il croato bronzo europeo indoor Filip Mihaljevic (21,84 di personale), il portoghese Francisco Belo, il serbo Asmir Kolasinac, il bosniaco Mesud Pezer, tutta gente con credenziali da +21 metri. Nel martello Simone Falloni (Aeronautica) viaggia in Croazia sull’onda dell’entusiasmo per il 76,33 di Rieti con cui ha finalmente spostato il proprio limite dopo quattro anni, a poco più di un metro dallo standard olimpico di 77,50: torna a indossare l’azzurro insieme al 42enne Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever) che proprio a Spalato conquistò il successo in Coppa Europa tredici anni fa con 77,87. In pedana due leggende come il polacco imbattuto nelle ultime quattro edizioni dei Mondiali Pawel Fajdek (Polonia) e l’oro olimpico di Londra Krisztian Pars (Ungheria). Nel disco è l’occasione giusta per puntare almeno ai 60 metri, fin qui tabù in stagione, per Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) e Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro): l’umbro e il marchigiano (quest’ultimo al primo titolo italiano a Molfetta in febbraio) incontrano il quarto dei Mondiali di Doha Alin Alexandru Firfirica (Romania) e il belga Philip Milanov. Il campano Roberto Orlando (Atl.

Virtus Lucca) ha meritato la convocazione anche grazie al titolo italiano del giavellotto vinto a Molfetta e vuole bagnare il debutto in Nazionale maggiore con una performance brillante, così come il più esperto Mauro Fraresso (Fiamme Gialle): non solo il fenomeno Vetter tra gli iscritti, secondo giavellottista della storia con il 97,76 del 2020, ma pure i cechi già medaglia mondiale Vitezslav Vesely e Petr Frydrych.

DONNE - Sei le donne, con doppia presenza azzurra soltanto nel disco e nel giavellotto. La più attesa è nel martello: Sara Fantini (Carabinieri) nell’ultima edizione pre-Covid (Samorin 2019) si è messa in evidenza con la migliore prestazione italiana under 23 (69,25), poi migliorata in quella stagione con il primo +70 in carriera. E proprio oltre i settanta metri conta di tornare la lanciatrice emiliana che nonostante la pandemia è cresciuta nel 2020 fino a 70,73. La prova del martello sarà impreziosita dalla polacca primatista del mondo Anita Wlodarczyk, due ori olimpici e quattro mondiali, ma attenzione anche alla francese Alexandra Tavernier. Nel peso, 54esima volta in Nazionale maggiore per Chiara Rosa (Fiamme Azzurre), determinata a portare in pedana tutto l’entusiasmo che la contraddistingue e a dare consigli alle nuove leve. Nel disco cercano buone risposte Valentina Aniballi (Esercito) tornata di recente a 55,39 e la compagna di allenamento a Rieti Stefania Strumillo (Fiamme Azzurre). Nel giavellotto, in una gara spaziale con la primatista del mondo e due volte campionessa olimpica Barbora Spotakova oltre alle ultime due campionesse europee Christin Hussong e Tatsiana Khaladovich, l’Italia schiera Zahra Bani (Fiamme Azzurre) e Sara Jemai (Esercito).

UNDER 23 - Un bel gruppo di otto giovani per fare esperienza e misurarsi con i pari età di tutta Europa, anche in funzione degli Europei under 23 di Bergen, in Norvegia, dall’8 all’11 luglio. Volano a Spalato gli under 23 Carmelo Musci (Fiamme Gialle) nel peso per riprendere il filo di un super 2020 (forte del 18,72 invernale), Enrico Saccomano (Malignani Libertas) nel disco dopo il terzo posto agli Assoluti di Padova 2020 e il fresco progresso a 57,75, il bronzo europeo U20 Giorgio Olivieri (Carabinieri) che nel martello si è portato a 72,78 in aprile e il giavellottista Jhonatam Maullu (Dinamica Sardegna) capace di 73,06 nel settembre scorso. Al femminile, la più giovane è Anna Musci (Alteratletica Locorotondo), non ancora 17enne sorella di Carmelo, già sul podio agli Assoluti indoor (seconda) e dominatrice tra le allieve. Martello per Cecilia Desideri (Studentesca Rieti Milardi) di recente a cinque centimetri dal PB con 64,28, disco e giavellotto per le due ventenni Diletta Fortuna (Carabinieri) e Federica Botter (Brugnera Friulintagli).

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- La squadra italiana
- La pagina EA della manifestazione


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 COPPA EUROPA di LANCI