Sabbatini avanti: ''Che carica da Marcell e Gimbo''

02 Agosto 2021

La teramana di casa a Roma evita una caduta in batteria e stacca il pass per la semifinale: ''Ispirata da Jacobs e Tamberi ma anche da Sibilio". Oggi Bruni e Re, finale di Abdelwahed

 

di Christian Diociaiuti

Gaia Sabbatini c’è con una Q grande e un pass per continuare il sogno olimpico. La mezzofondista d’oro degli Europei U23 di Tallinn si è qualificata per la semifinale olimpica dei 1500 prevista alle 12 di mercoledì 4 agosto, con gli occhi sulla finale del 6 alle 14.50. Gara perfetta nella seconda batteria di qualificazione, nonostante lo scoglio di una possibile caduta. Gara nel cuore della notte italiana e nella mattinata giapponese. Forte del personale di 4:04.23, l’atleta delle Fiamme Azzurre allenata a Castelporziano Roma da Andrea Ceccarelli, va avanti nella sua specialità, piena di grandissime atlete da tutto il mondo. 

La 22enne teramana è nel gruppo di testa per i primi giri, restando sempre tra quarta e quinta posizione. All’inizio dell’ultimo giro, Sabbatini evita anche una caduta che coinvolge due atlete nel cuore del gruppo, tra cui la fortissima Sifan Hassan la quale, però, si rialza da terra e lancia l’assalto per recuperare e vincere la batteria in 4:05.17. Sabbatini, dopo aver dribblato “l’inciampo” tiene il ritmo degli ultimi 400 metri e chiude alle spalle, oltre che dell’olandese Hassan in rimonta, anche dell’australiana Hull e dell’americana Purriere St. Pierre. Alla fine è quarto posto con 4:05.41, a un secondo dal personale.

Braccia alzate verso il gruppo azzurro che segue le gare sugli spalti: “Non avevo notato la caduta della Hassan, sono quasi caduta anche io. Lì ho davvero pensato, ok, è finita la gara – dice alla Rai e ad Elisabetta Caporale – le altre avevano preso qualche metro. Non so come ho ripreso. Ma so di essere in forma. Ho fatto 4:05 camminando, mi è sembrato facile. Una volata all’altezza delle migliori. Certo, per loro è una qualificazione, per me la gara della vita. Ma ora penso alla semifinale: ci vediamo tra due giorni. È la mia prima Olimpiade, ma devo ringraziare Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi per la carica immensa che mi hanno dato. Stamattina mi sono svegliata e ho pensato: posso farcela. Anche Sibilio mi ha dato una carica pazzesca: sono venuta qui e ho detto: devo spaccare e dare tutto”.

La giornata dell’atletica è lunghissima e per i laziali c’è tanto spazio. Alle 12.20 di oggi, lunedì 2 agosto, ecco la primatista italiana del salto con l’asta: Roberta Bruni (Carabinieri) cerca un posticino tra le migliori del globo e nella finale prevista alle 12.20 del 5 agosto. Alle 13.05 c'è anche la semifinale dei 400 con Davide Re (Fiamme Gialle) e alle 14.15 la finale dei 3000 siepi con il romano Abdelwahed. Lunedì rovente.

La presentazione, orario per orario, delle Olimpiadi dei laziali 

START LIST E RISULTATI - FOTO - ISCRITTI - ORARIO E AZZURRI IN GARA - LA SQUADRA ITALIANA - TV E STREAMING - STATISTICS HANDBOOK - TUTTE LE NOTIZIE - LE PAGINE WORLD ATHLETICS - IL SITO DI TOKYO 2020 - TEAM GUIDE CON SCHEDE DEGLI AZZURRI (PDF)





Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate