Tokyo, Bruni e Re non centrano la finale

02 Agosto 2021

L'astista del record italiano si ferma a 4,25 dopo aver provato 4,40: "Una vittoria essere qui". Il primatista dei 400 è il secondo degli esclusi: "Felice di essere tornato sotto mai 45. Ora la staffetta"

 

di Christian Diociaiuti

Lunedì ricco di laziali alle Olimpiadi. Dopo la qualificazione di Gaia Sabbatini nei 1500 (leggi), toccava alla qualificazione di Roberta Bruni (Carabinieri) nell’asta e alla semifinale di Davide Re (Fiamme Gialle) nei 400. Nessuno dei due portacolori della nostra regione ha centrato la qualificazione.

La primatista italiana del salto con l'asta, (atleta dei Carabinieri), dopo aver saltato al primo colpo 4,25 nella gara di qualificazione, ha registrato tre X a 4,40. Ai microfoni della Rai, la reatina allenata da Riccardo Balloni, arrivata a 4,70 quest'anno nella sua Rieti, ha spiegato: "In realtà motivazioni di questa eliminazione ce ne sono tante e nessuna - dice Roberta Bruni - È una Olimpiade, un gran clima, non voglio dire giornata no, perché qui non può esserlo. Non ho gestito bene la rincorsa, non so darmi altra motivazione. Volevo onorare la maglia azzurra come ho sempre fatto. Essere qui per me è già una vittoria. A 4,40 ho cambiato asta, i salti sono venuti brutti. Pensiamo alla prossima".

Davide Re (Fiamme Gialle) esce a testa altissima dai 400 e ora può pensare alla staffetta 4x400 maschile prevista venerdì 6 agosto alle 13.25 (eventuale finale il 7 agosto alle 14.50). Dopo aver centrato la qualificazione, oggi la semifinale del giro di pista per il primatista italiano, ligure ma di casa a Rieti da anni, agli ordini del tecnico Chiara Milardi. Per lui arriva un crono sub 45", 44.94, miglior crono stagionale e non lontano da quel personale di 44.77 che è anche record italiano. Quinto posto nella prima delle tre semifinali, speranza guardando alle altre semifinali e poi la certezza. Secondo degli esclusi. "Sono felicissimo di essere tornato sotto ai 45.

Quest'anno arrivavo un mese fa terzo ai campionati italiani, rispetto alla stagione precedente in cui avevo dominato in Italia e in Europa. E undici mesi fa uscivo dalla radiologia con una diagnosi negativa (l'infortunio superato qualche mese fa, ndr). Esco dalla mia Olimpiade nei 400 a testa altissima. Ora qualche giorno: possiamo fare una super staffetta".

Alle 14.15 la finale dei 300 con Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle)

La presentazione, orario per orario, delle Olimpiadi dei laziali 

START LIST E RISULTATI - FOTO - ISCRITTI - ORARIO E AZZURRI IN GARA - LA SQUADRA ITALIANA - TV E STREAMING - STATISTICS HANDBOOK - TUTTE LE NOTIZIE - LE PAGINE WORLD ATHLETICS - IL SITO DI TOKYO 2020 - TEAM GUIDE CON SCHEDE DEGLI AZZURRI (PDF)

 

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate